{ALICE IN KITCHEN: Panettone Genovese}

fotorcreated
Questo è il periodo dell’anno in cui il forno è sempre acceso. Amo preparare biscotti e dolci da regalare, amo che la casa sia inondata da un profumo misto cannella e arancia. Già una prima mandata di biscotti l’ho consegnata l’ultima volta che sono stata a Bologna e da qui a Natale, ne dovrò preparare ancora un po’. Una delle amiche a cui li ho regalati mi ha detto  “i tuoi biscotti sono uno dei riti che amo del Natale” e questo mi inorgoglisce molto. Le mie confezioni di Natale, complice l’aiuto della donna della farina la “Carlina”, sono sempre molto amate e attese ed io sono molto felice di prepararle. E’ il mio modo di ringraziare ed amare. L’amore inizia dalla pancia
Il Natale lo vivo in maniera diversa dagli anni passati. Sempre meno la voglia di andare in giro per negozi a cercare regali, qualche malinconia in più per chi manca fisicamente ma mai nel cuore e quello spirito natalizio che fatica ad entrarmi dentro. Poi c’è la parte più luccicante che non manca mai, l’albero, le decorazioni, le candele accese e la musica che scalda sempre in sottofondo.

panettone-genovese-14

Genova ha nelle sue tradizioni natalizie (anche se si trova tutto l’anno) il Pandolce Genovese. Un panettone che non ha niente del panettone ma la sua consistenza assomiglia di più ad un biscotto, è più basso e “secco” con uvetta, arancia e cedro canditi e pinoli. Ricorda un po’ il pan del pescatore, un dolce toscano, che mi ha fatto conoscere la mia amica Serena di Pici e Castagne

fotorcreated1

Ingredienti:
85gr Burro a temperatura ambiente
100gr Zucchero semolato
1 Uovo
300gr Farina 00
80gr Latte intero
1 Bustina di Lievito per dolci
1 pizzico di sale
250gr uvetta
80gr arancia candita
80gr cedro candito
50gr pinoli

(ho aggiunto anche un cucchiaio di essenza di vaniglia e la buccia grattugiata del limone ed ho messo l’uvetta in ammollo nel passito)

Preparazione:
Tagliate l’arancia ed il cedro canditi a cubetti e mettete in ammollo l’uvetta. Lavorate tutti gli ingredienti insieme nella planetaria aggiungendo per ultimi l’uovo ed il latte a temperatura ambiente a filo. Lavorare l’impasto a velocità media. Aggiungere i canditi, l’uvetta (scolata ed asciugata) ed i pinoli e continuare a lavorare l’impasto per amalgamare bene gli ingredienti.
Trasferite l’impasto su una spianatoia leggermente infarinata e dategli la forma tipica del Panettone Genovese, un disco “piatto”. Con un coltello dalla lama affilata disegnate sulla superficie delle linee diagonali a formare un rombo. Infornate a 180° per 40 minuti.
panettone-genovese-10panettone-genovese-2

Potete decidere di farlo della dimensione che più vi piace. Io l’ho preparato sia grande che mono porzione, più carino da regalare!
(Se fate delle forme più piccole state attente ai tempi di cottura che ovviamente diminuiscono)

fotorcreated2    panettone-genovese-7

(grazie a Ceramiche Fioranese per le sue bellissime Cementine)

 

  • Carla said:

    Sono felice di averti inculcato queste tradizioni anch'io ho iniziato la distribuzione dei biscottini E' uno dei riti natalizi che più amo, avere un sorriso da persone che non conosci mi riempie di gioia . Le tristezze e i ricordi li tengo tutti nel mio cuore ormai a prova di qualsiasi cosa . Il pandolce lo proverò a fare brava coltiva sempre le piccole tradizioni portano avanti il mondo Carlina

    • Gaia said:

      Non avrei mai potuto avere mamma migliore. La mia migliore amica. Ti amo Carlina

Rispondi a Gaia Annulla risposta