{E alla fine…}

… l’estate è arrivata con i suoi colori e profumi, con i weekend al mare ed i pomeriggi sdraiata sul letto all’ombra delle finestre chiuse cullata dal rumore delle cicale.
Faccio sempre fatica quando mi chiedono qual’è la mia stagione preferita. Le amo tutte per un motivo o per l’altro ma , alla fine, non c’è gara: amo l’estate. Il caldo, il sapore del sale sulla pelle, i capelli schiariti dal sole, la pelle che tira dopo una giornata al mare.
Amo l’estate per i suoi frutti e sapori. Amo l’estate per le passeggiate in bicicletta. Per gli amici ritrovati, gli amici quelli di sempre che ora sono sposati e hanno figli.
Ho letto qualche giorno fa un post di Sara “Profumo di Mare“. Ha descritto al 100% l’estate che sogno.
Una casetta sul mare dove ospitare gli amici e dove stare scalzi ed in costume tutto il giorno.
Ne avevamo parlato, proprio con Sara e Irene un po’ di tempo fa e sarebbe bellissimo affittare una casetta al mare per passare un po’ di tempo insieme.
Mi ricordo le estati di quando andavamo a scuola. Le scuole chiudevano a metà giugno e noi partivamo subito per la Versilia. Agosto lo passavamo nella casa in campagna in Umbria con i nostri cugini.
Eravamo in vacanza per 3 mesi. Si rientrava solo qualche giorno prima della riapertura delle scuole e l’unico pensiero che avevamo era fare i compiti, giocare e stare in acqua tutto il giorno.
Quelle estati indimenticabili, dei primi amori, quando ci si prometteva “ti scrivo” “ti chiamo” e poi ci si ritrovava li, l’anno dopo stesso mare….

 

 

Son tornata e per ringraziarvi di tutti i messaggi che mi avete inviato durante questa pausa, vi lascio la ricetta del clafoutis alle fragole … l’estate nel piatto!

 

(photo – Gaia Borzicchi)
Ingredienti:
 25 cl di panna fresca
25 cl di latte fresco
100 gr di farina di mandorle
100 gr di zucchero di canna
2 uova + 2 tuorli
60 gr di fecola di mais
fragole ( o ciliegie o albicocche o del frutto che più vi piace)
Lavate le fragole, tagliatele a metà e disponetele a pancia in giù in una teglia imburrata  (potete fare anche delle mono porzioni)
In una ciotola capiente mescolate lo zucchero con la fecola. Aggiungete le uova sbattute, la panna ed il latte. Incorporate la farina di mandorle e versaTe il composto sulle fragole.
Infornate a 200° per 30 minuti.
Servite freddo o tipeido con un po’ di gelato!
(la ricetta l’ho “rubata” qui!)

 

  • Bentornataaaa! (Ma quindi il lavandino di pietra alla fine lo hai trovato...!) Sì, l'estatte, d'accordo, tutto bello, ma... io non vedo l'ora che sia finita. Di già. Uffa.

    • Gaia said:

      Si alla fine l'ho trovato come lo volevo!

  • Mancavi, eccome se mancavi, e leggere il tuo post stamattina mi ha già messa di buon umore! La Versilia, che posto meraviglioso!! Un abbraccio

    Elena

  • Laura said:

    quale miglior risveglio !!!
    E non era estate senza di te, senza i tuoi racconti, i tuoi propositi, senza le tue foto e le tue ricette!
    Oggi in questo post c' e tutta ( o quasi) tutta la Gaia che adoriamo,
    colei che sa quello che vuole, e ne fa una meta.
    Le tue foto parlano come sempre..
    Ed avrai "rubato" anche questa deliziosa ricetta..ma tra il dire e il fare c'e ne corre!!

    un abbraccio immenso ..bentornata!!
    Laura

  • Bentornata Gaia,
    mi sembra di percepire nelle tue parole una tranquillità ritrovata... mi fa piacere!
    hai finito di sballare scatoloni? sei riuscita ad adattare tutto ciò che avevi nella tua casa precedente? spero di vedere presto un bel servizio fotografico ambientato nella tua nuova casetta.
    buona estate!

    • Gaia said:

      Un po' di riposo ci voleva!!
      Ben ritrovata!

  • Bentornata!!!
    Si sentiva la tua mancanza da queste parti!!!
    Gli scorci che hai mostrato della tua nuova casa promettono bene, anzi benissimo!
    Complimenti, anche per quella che hai lasciato che mi è piaciuta un sacco!
    Il tuo stile è inconfondibile!
    P.s.
    Che coincidenza, ieri ho fatto il clafoutis alle pesche!
    Non sapevo nemmeno cosa fosse fino a ieri!
    Devo però ammettere che è un dolce un pò "particolare" come viene spiegato anche nella ricetta di Giallozafferano.
    Simona.

  • E alla fine...sei tornata, finalmente!
    Sempre tu, gentile, elegante sognatrice...
    Buona estate, allora!
    Sara C.

  • Rosa Rigoni said:

    Che piacere ri trovarti!!

    • Gaia said:

      Contentissima di essere tornata con voi!

  • Ciao Gaia! quanti ricordi leggendo questo post! le estati da paiccola, le ferie (per me in montagna) di 2 mesi e le corse nei boschi!
    Per me l'estate non è mare, ma muschio, aghi di pino, funghi, frutti di bosco, fieno, scarpinate in salita, fischi di marmotte e salti di stambecchi.
    Buona estate in casina nuova!

  • Ciao Gaia! quanti ricordi leggendo questo post! le estati da piccola, le ferie (per me in montagna) di 2 mesi e le corse nei boschi!
    Per me l'estate non è mare, ma muschio, aghi di pino, funghi, frutti di bosco, fieno, scarpinate in salita, fischi di marmotte e salti di stambecchi.
    Buona estate in casina nuova!
    Mara

    • Gaia said:

      Che bei ricordi vero?
      quelli nessuno ce li ruba!

  • giò said:

    Bentornata Gaia..... felice di rileggerti!!!!
    Auguri per la casa nuova!!!
    Baci Giò

  • giò said:

    bentornata.....felice di rileggerti!!!
    Auguri per la casa nuova!!!!
    Baci Giò

  • Hai trovato l'acquaio e non ce lo vuoi dire?
    p.s. ci posti i fichi a tradimento lo sai che da domani sono a dieta!

    • Gaia said:

      Il mio acquaio quello che volevo!
      Ciao Divina!

  • Anna said:

    E alla fine ...un inizio! In questo post ho ritrovato la Gaia di annii fa," la ragazxa del blog bello". Ho una foto in mente di quando ti ho scoperta. ..
    Mi è parso di sentirti questo post non l'ho letto ma ascoltato dalla tua voce.Per pochi, ti penso! !!